Il deposito in Cancelleria dell’atto telematico

Print Friendly, PDF & Email

A seguito delle specifiche tecniche del 16 aprile 2014(1), e quindi a far data dal 15 maggio 2014, l’estensione digitale della PEC (“.eml”) è annoverata tra i formati consentiti(2), sicché è possibile riversare la notifica direttamente nel fascicolo processuale digitale attraverso il PCT, con le modalità previste dall’art. 19 bis Specifiche tecniche cit., ovvero “inserendo l’atto notificato all’interno della busta telematica e, come allegati, la ricevuta di accettazione e la ricevuta di consegna relativa ad ogni destinatario“.

logo-notifiche

  1. Provvedimento DGSIA 16 aprile 2014. []
  2. Per l’atto: art. 11 DM Giustizia n. 44/2011 e art. 12 Specifiche tecniche 16/04/2014; per i documenti: art. 12 DM Giustizia n. 44/2011 e art. 13 Specifiche tecniche 16/4/2014 []

Lascia un commento